IL TEMA

Con il Decreto Ministeriale 28 luglio 2005 (Gazzetta Ufficiale n. 181 del 15 agosto 2005) si è avviato il meccanismo che prevede l’incentivazione del kWh fotovoltaico, in attuazione dell’art. 7 del D. Lgs. 387 del 2003.

Il decreto, elaborato dal Ministero delle Attività  Produttive di concetto con il Ministero dell’Ambiente, dopo il parere favorevole della Conferenza Unificata, definisce il cosiddetto ”Conto Energia” per il fotovoltaico per impianti con taglie comprese tra 1 kW e 1.000 kW di potenza.

Il successivo passo per far partire definitivamente il meccanismo di incentivazione è stato di competenza dell’Autorità  per l’energia elettrica e il gas. Con la delibera n. 188/2005 (pubblicata il 14 settembre), in attuazione dell’articolo 9 del decreto, l’Autorità  ha individuato nel Gestore della Rete di Trasmissione Nazionale (GRTN) il cosiddetto soggetto attuatore e previsto le modalità  e le condizioni di erogazione delle tariffe incentivanti, nonchè le modalità  di presentazione delle domande e le necessarie verifiche.

Ulteriori modifiche e precisazioni al DM 28 luglio 2005 sono state fatte con il nuovo DM 6 febbraio 2006 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 15 febbraio 2006.

Il 24 febbraio 2006 è stata pubblicata sul sito dell’Autorità  per l’energia elettrica e il gas la delibera n. 40/06 cha va a modificare ed a integrare, alla luce anche dell’uscita del decreto ministeriale 6 febbraio 2006, la delibera n. 188/05.

Fino ad oggi il fotovoltaico ha sofferto dell’alto costo di sistema, legato soprattutto alla produzione delle celle fotovoltaiche e dei moduli (circa 50% del costo di impianto). Oggi, gli impianti connessi in rete in Italia vengono commercializzati a 6,5 euro per Watt di picco per un tempo di ritorno economico degli interventi che, nelle condizioni di insolazione medie italiane, si avvicina ai trent’anni, qualora non fosse previsto nessun incentivo.

Nonostante le cattive prestazioni economiche, la tecnologia viene comunque promossa in tutto il mondo grazie alle sue prerogative tecnologiche uniche rispetto a qualsiasi altra tecnologia energetica. In particolare:

  • presenta ampi margini di miglioramento tecnologico, massima efficienza teorica molto lontana dagli attuali livelli

   di efficienza; numerose tecnologie disponibili sul mercato;

  • è la tecnologia più adatta alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili in ambito urbano;
  • ha una semplicità  estrema e ridotte necessità  di manutenzione;
  • è dipendente da una fonte ovunque presente nel mondo;
  • ha un potenziale di diffusione enorme.

Queste caratteristiche ne fanno la principale opzione energetica nel medio-lungo termine soprattutto alla luce di un progressivo affermarsi della generazione distribuita in genere. Il costo ancora elevato ne ha frenato la diffusione nonostante questi aspetti indubbiamente positivi.

Per contribuire ad una progressiva riduzione del prezzo della tecnologia sono stati avviati nel mondo diversi programmi nazionali di incentivazione: i risultati di questi programmi sono stati l’avvio di un mercato, la crescita di coscienza e conoscenza sulle qualità  del fotovoltaico, lo sviluppo di imprese locali per la realizzazione degli impianti, la rimozione delle barriere tecniche e non tecniche alla sua diffusione e, last but not least, la sensibilizzazione delle amministrazioni pubbliche sul tema. I programmi si sono concentrati sull’applicazione del fotovoltaico sugli involucri esterni degli edifici e relativa connessione elettrica degli impianti in rete.

Queste particolari applicazioni hanno dimostrato che la tecnologia riscuote un interesse fortissimo dal settore pubblico e privato, nonostante l’alto investimento iniziale e carico dell’utente, la connessione in rete è tecnicamente semplice ed affidabile e, se l’impianto è ben istallato, non danneggia assolutamente l’estetica degli edifici, soprattutto se applicata su edilizia moderna (stragrande maggioranza del nostro patrimonio edilizio). Anzi, in molti casi ne promuove l’appeal ambientale.

TIPOLOGIA 
Opuscolo

ANNO DI PUBBLICAZIONE
2006

DISPONIBILITA’
Esaurito

COLLANA
Energicamente

A CURA DI
ISES

INDICE

Introduzione

Il conto energia

Lo stato di avanzamento del conto energia

Precedenti sistemi di incentivazione: Programma ”Tetti fotovoltaici”

Esempi di impianti: schede tecniche

Foto di impianti realizzati

Allegato: modulo presentazione domanda tariffa incentivante

CONTATTACI

Contattaci e richiedi informazioni sulle nostre attività.