IL TEMA

Lo sviluppo della motorizzazione privata ha permesso un incremento della mobilità  dell’individuo. Da qualche tempo ormai si è però verificata un’inversione di tendenza: infatti, a causa dell’eccesso di motorizzazione privata, risulta seriamente compromessa la stessa mobilità  individuale.

In particolare si osserva che:

  • la libertà  di svolgere attività  economiche, ma non solo, viene compromessa quando l’attività  richieda

   uno spostamento e questo sia gravemente pericoloso o rallentato dalla congestione del traffico;

  • il traffico veicolare invadente e pericoloso si accanisce soprattutto su alcune categorie, come i pedoni e i ciclisti,

   che sono più vulnerabili e corrono maggiori rischi, come i bambini, gli anziani e i portatori di handicap. Tali

   categorie costituiscono la cosiddetta ”utenza debole” delle strade, sono espressione di una mobilità  lenta e

   subiscono in modo più immediato gli effetti diretti e indiretti del traffico;

  • la mobilità  casa-lavoro viene considerata parte integrante dell’attività  lavorativa (e dunque riguarda i

   costi dell’impresa); ad esempio ai fini del risarcimento di danni subiti dal lavoratore durante tale tragitto.

   L’incremento dei tempi di percorrenza del tragitto casa-lavoro o la sua maggior pericolosità  riducono, per altro

   verso, il diritto alla libera fruizione dei tempi non lavorativi;

  • l’inquinamento delle città , prodotto dalla crescente motorizzazione, mina la salute della popolazione e

   reca degrado all’ambiente, violando diritti e interessi costituzionalmente tutelati, come quello alla salute;

  • l’occupazione indiscriminata del suolo pubblico da parte di migliaia di auto in sosta sottrae ad usi alternativi e

   svilisce quel prezioso bene collettivo che è il territorio.

Tale situazione deve essere necessariamente corretta: il diritto alla mobilità  deve essere tutelato per tutti attraverso interventi che inibiscano l’accesso della motorizzazione privata e favoriscono mobilità  alternative e sostenibili.

TIPOLOGIA 
Opuscolo

ANNO DI PUBBLICAZIONE
2006

DISPONIBILITA’
In distribuzione

COLLANA
Quaderni

AUTORE
Fabrizio Benedetti

INDICE

La bicicletta: un investimento vantaggioso

Manuale di sopravvivenza per chi va in bici

La segnaletica dei ciclisti

CONTATTACI

Contattaci e richiedi informazioni sulle nostre attività.